La Chiesa di Sant’Agata

Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Sant'Agata sui Due Golfi

Fondata dalla famiglia Casafestina nel 1745, la Chiesa di Sant’Agata, a croce latina, e tra gli edifici religiosi architettonicamente più interessante del comune di Massa Lubrense. La chiesa è dedicata a S.Maria delle Grazie ed intorno ad essa si è raccolta ed è cresciuta la comunità santagatese.

La chiesa, oltre la cappella nella quale è conservata la bellissima statua di Sant’Agata, custodisce il prezioso e rinomato altare, vero e proprio capolavoro artistico in tarsia marmorea e madreperla realizzato da Dionisio Lazzari figlio di Giacomo, appartenente ad una famosa famiglia di artigiani fiorentini del Rinascimento che, all’inizio del ‘600, si trasferì a Napoli dove realizzò numerose opere in marmo e intarsi di pietre preziose, tra le quali anche l’altare della Cattedrale di Sorrento. L’altare della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Sant’Agata, commissionato dai padri Girolomini di Napoli a Dionisio Lazzari nel 1654 per la chiesa di San Filippo Neri, fu venduto nel 1845 al reggente della parrocchia santagatese, monsignor Giovanni Battista Casola.

Nella stessa chiesa è possibile ammirare numerosi dipinti del XVI secolo; alcuni dei quali recentemente restaurati, hanno rivelato paesaggi locali; in particolare La Madonna delle Grazie di Giovanni Antonino D’amato il Giovane; ritratta su magnifico panorama tra Capo di Massa e l’isola di Capri